Cliché e Speranza

Sapete dirmi chi è quello (o quella) che ha iniziato a dare false speranze sull’amore? Sul futuro? Chi ha iniziato a dire “quello giusto arriverà”…?

Perché capiamoci, questo significa che se hai pazienza ed intanto scarti chi non ti convince, pian piano arriverai a quello giusto.

Il primo che scarti:

_ Baciava malissimo.

Non sembra possibile ma ancora ricordo

quei baci appiccicosi e umidi.

Il secondo:

_ Non era il mio ideale estetico (qui si aprirebbe un capitolo a parte)

forse prima o poi lo approfondirò…

Comunque, oltre a non essere bello per me,

abitava molto lontano.

Il terzo:

_ L’unico San Valentino festeggiato in vita mia.

Non  poteva andare a finire bene.

Il quarto:

_ La prima volta.

Segreti, inesperienza.

La sua vita era complicata ed io ero stata una stupida

a caderci.

Il quinto:

_ Troppa passione…

successivamente si sono scoperti tanti difetti

nascosti accuratamente.

Falsità a palate.

Il settimo:

_ L’ho distrutto io.

 

Ho riassunto all’osso quelli più determinanti in vari fasi della mia vita.

Ci sarebbe un sesto. Non l’ho dimenticato. Ma non è MAI STATO.

Avete presente le relazioni che partono in maniera non seria… Quelle che iniziano ad esserci mentre stai chiudendo per la milionesima volta con il numero cinque e c’è ancora quando conosci e frequenti il numero sette…

Tu ti convinci che non sia seria, per te…

…senza dubbio non era seria per lui…

Ed ecco che è stato meglio tralasciarlo ancora… per non trasformarlo in rimpianto. Per non trasformarlo in sofferenza.

Dispiacere.

Rabbia.

Rancore.

Fastidio.

Incomprensione.

 

Non ho inserito quei due, arrivati in età diverse che rappresentano tuttora gli “Amori della mia vita!”… Quelli che anche se non hai mai avuto, baciato e frequentato, restano comunque inarrivabili nel tuo immaginario. Sono quelli “PERFETTI”.

Quelli a cui penserai anche a novant’anni. Quelli a cui tu vorrai sempre bene e proverai sempre qualcosa. Tutto unidirezionale chiaramente. Sarà già tanto se uno dei due si ricorderà di te.

 

E da qui torniamo all’inizio, a quel quesito che mi ponevo:

Chi ha dato false speranze? Chi ha iniziato a prenderci in giro dicendo che il “nostro” arriverà, che per “ogni pentola c’è un coperchio”… Non hanno colpa le nonne o le bisnonne, perché anche loro hanno ricevuto lo stesso insegnamento e ascoltato gli stessi cliché.

Sia chiaro, per molti quello che dico non sta né in cielo né in terra. Loro hanno ricevuto quello che nelle favole è considerato “Happy Ending”… ma ci sono molti altri come me che invece due domande se le pongono.

 

A forza di scartare, farsi esigenti e pignoli/e davvero crediamo che nel nulla si nasconda la persona giusta e che per qualche sortilegio non si è ancora rivelata davanti a noi? Ma che oh, tranquilli, sta per arrivare…

 

Ci sta invece che a forza di scartare, di non farsi andare bene nulla poi si resta semplicemente così come si è?

Non sarebbe uno scandalo.

Anche se distruggiamo così, la memoria di chi voleva trasmetterci cliché e speranza.

TITOLO DEL BOX
Français | English | Español | Deutsch
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...