Concerti: meglio tardi che mai!

Quando ero piccola nella mia città, in pieno centro, ha fatto un concerto Marina Rei. Ricordo ancora me, con mia madre e mia zia, mezza arrampicata ad una transenna che ricevo dalle mani della cantante l’autografo. Quanto mi piaceva! Tutt’ora è rimasta nel mio cuore, tant’è che qualche anno fa quando l’ho rivista a Lecce per una serata del Tour della Notte della Taranta è stato bellissimo.

Ho iniziato ad andare a Concerti da sola da una decina di anni, ho iniziato veramente tardi. Non so se li ricordo tutti, ma credo che il primo importante sia proprio stato quello di Elisa per i suoi primi dieci anni di carriera. Sarà stato quindi il 2006 o 2007… ero già grandicella. Concerto in un palazzetto dello sport strapieno di gente. E’ stato molto bello ed emozionante. Elisa è sempre stata una delle mie cantanti preferite. Non riesco a considerare importante un concerto visto qualche anno prima all’Aquafan di Riccione di Tiziano Ferro all’inizio della sua carriera… C’erano pure Paola e Chiara a duettare con lui… ricordo ancora che stavo sotto il palco a pochi metri, ora sarebbe inavvicinabile, o quasi eheh.

Dal concerto di Elisa ho deciso di non fermarmi.

Per i concerti come per i viaggi, se uno ha la possibilità di andare, di viverli, non deve rimandare! I soldi meglio spesi sono quelli che ti regalano emozioni, esperienze uniche.

Nell’arco di 10/11 anni ho collezionato almeno 18 Concerti, chiaramente per non parlare di tutti quegli eventi che magari hanno portato nella mia città, vari cantanti per delle manifestazioni, compleanni della Radio Locale (famosa in tutto in centro italia) etc… dove ne ho visti vari di artisti/cantanti…

  • Max Pezzali
  • Jovanotti
  • U2
  • Ligabue
  • Vasco Rossi
  • Madonna
  • Alanis Morissette
  • The Cranberries
  • The Black Eyed Peas
  • Muse
  • Zucchero
  • Eros Ramazzotti
  • Giorgia
  • Tony Bennet & Lady Gaga
  • Francesco De Gregori
  • Bruno Mars

Visti in città diverse a seconda di dove la vita mi ha portata. Altri facendoci proprio il viaggio in pullman o in auto.

Spazio in vari generi musicali. Mi è persino dispiaciuto non aver mai visto Renato Zero (qualche annetto fa) e Morandi con Baglioni (o Baglioni da solo)… così per dire… sono affezionata ai cantanti “storici” italiani, anche se ho un’anima talmente tanto “tamarra” 😛 che adorerei andare a vedere un concerto di Pink, Katy Perry, Gaga (da sola nel suo repertorio)… Adorerei vedere Adele. Mi pentirò SEMPRE di non essermi organizzata, anche da sola, per andarla ad ascoltare all’Arena di Verona.

Ecco perchè voglio ribadire, che certe volte, anche a discapito di situazioni ingombranti, si deve cogliere l’attimo, per non dispiacersi del tempo perso a non vivere, o ad aver paura di fare le cose senza compagnia.

Chiaramente ho delle preferenze musicali tra questi, ma in generale, ho trovato fantastico ogni concerto che ho vissuto. Nessun concerto per anni ed anni poteva battere quello dei The Black Eyed Peas a Milano al Mediolanum Forum… Poi però è arrivato Bruno Mars quest’anno a Bologna e posso sinceramente dire che è stato, per i miei gusti, il miglior concerto a cui ho avuto la fortuna di partecipare. Totalmente coinvolgente ed emozionante. Da anni lo aspettavo in Italia. Io ancora canto “Locked out of Heaven” a squarciagola ogni volta che la sento o la metto in chiavetta a palla in macchina… ed è una canzone di cinque anni fa.

Quest’anno, dopo i terribili fatti capitati a Manchester al concerto di Ariana Grande, gli accadimenti a Torino per la Finale di Champions League e la paura generale, c’erano delle normative ferree. Innanzi tutto non erano assolutamente accettati gli zainetti, quindi era logico o pagare il guardaroba (non proprio economicissimo) o portarsi dietro nelle tasche solo soldi e cellulare. Il fatto che era giugno e decisamente caldo ha aiutato. Una felpetta girata in vita da mettere solo all’uscita tutta sudata. Avrò fatto al massimo dieci foto e un paio di video brevi su canzoni lente, infondo non ero davanti davanti, quindi PERCHE’ rimanere tristemente ferma impalata, con le braccia in aria per fare video, se poi avrei trovato tutto su YouTube (girato da qualche altro fissato)?!?

Il concerto per la prima volta me lo sono goduto a pieno.

Io, le mie mani libere in aria ad ondeggiare, applaudire, roteare… le gambe sempre in movimento… a saltare, saltare, saltare…

Divertimento allo stato puro.

Auguro a chiunque di VIVERE i Concerti come ho fatto io a pieno per Bruno Mars.

 

Ci vediamo negli Stadi e nei Palazzetti gente, perchè non voglio fermarmi…

Ho un sogno che si chiama COLDPLAY.

 

TITOLO DEL BOX
Français | English | Español | Deutsch

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...