Ad abbracciare Sequoie!

Salutare Las Vegas è stato proprio tristissimo…

Ero in macchina e mi godevo il panorama desertico guardando dal finestrino. Sentivo il caldo cocente del sole sulle mie gambe e l’aria condizionata era sparata talmente forte da ovattare ogni rumore… ed ero proprio dispiaciuta, quasi triste.

Il mitico viaggio On The Road non era nemmeno a metà e già iniziava a mancarmi Williams, il Grand Canyon (quello che a causa del mal tempo non ero riuscita a godere a pieno)… I giorni già iniziavano a volare troppo in fretta per i miei gusti! Quando vivi tutto all’ennessima potenza è come fare respiri profondi a pieni polmoni: poi ti gira la testa!

Dovevo ricaricare le pile, non diventare così scioccamente malinconica! Ci sarebbe stato tanto altro ad attendermi!

Una delle prime cose viste (per caso) e scoperte poi solo con l’aiuto di Google Search e di un Wi-Fi funzionante, è stata “Ivanpah” la più grande centrale termica a concentrazione solare del Mondo… proprio ad un passo da noi, visibilissima dalla strada. Ammetto tutta la mia ignoranza in materia (non si può sapere tutto o interessarsi ad ogni cosa)… tant’è che sono solo rimasta incantata e accecata da tanta luce a chiedermi cosa fosse. Ho scattato un pò di foto a raffica, ma l’effetto dell’aria che si muoveva come un miraggio tutta intorno al luogo non sono stata in grado di catturarla a pieno, ed ero in movimento. Tutto è venuto tremolante sotto la forte luce del sole e delle colonne dell’impianto che svettavano alte irradiando luce su migliaia di pannelli solari stesi a terra.

Le ore di viaggio sarebbe state ancora tante.

Non ricordo molto del resto del viaggio, forse un sonnellino, poi ho guidato e ascoltato tanta musica. In autogrill mi sono tolta uno sfizio: mangiare un Corndog con tanto di ketchup sopra! W le calorie e i grassi!

All’arrivo a Visalia era già metà pomeriggio, il Motel molto carino, in zona comoda e silenziosa, check-in veloce e spostamento in camera. Mi sono sbrigata a cambiarmi per andare nella piscina al centro di un bel giardino. Fare un tuffo era d’obbligo!

Al mattino, dopo aver fatto “la colazione dei Campioni”, ero dinuovo in pista pronta e scattante! Adoro queste colazioni enormi! Ti fanno sentire in pace con il mondo!

2015-08-04-10-00-23

Sequoia National Park è stata una meta inizialmente non considerata, poi rivalutata per tanti aspetti logistici. Clima e temperature di agosto sconsigliavano la Death Valley (anche se io che amo il caldo aberrante sarei andata lo stesso!) e altre destinazioni non erano confortevoli per distanza e quindi ore di viaggio in macchina… Insomma andiamo a vedere queste Sequoie!

Nonostante non avessi dato al parco tutta questa fiducia, mi sono ricreduta SUBITO.

A volte bisogna diffidare dalle recensioni perchè molta gente non sa davvero cosa significa:

“EMOZIONARSI”

Già subito all’ingresso vieni accolto da questi alberi incredibili e resti senza parole. Ti senti nulla in confronto alla Natura e alla sua bellezza.

2015-08-04-13-21-55

Il Parco si gira molto bene con l’auto e per me, purtroppo, non c’era il tempo di fare chissà che passeggiate, ma ho fatto più che ho potuto!!! Ogni piazzale è stata una scoperta! Inimmaginabile l’effetto che fanno queste piante secolari. Ti senti grande come uno scoiattolo! Persino le pigne sono lunghe quanto l’avambraccio!

2015-08-04-12-41-46

Ti arrampichi proprio come uno scoiattolo! Almeno ho fatto “terapia” al piede post gesso. Mi faceva senza dubbio un pò male piegarlo e sforzarmi, ma ne valeva la pena!

Ho ancora la pelle d’oca a raccontarlo! Credo che questa sensazione di gioia e simbiosi con la Natura non la perderò mai. E’ già un qualcosa che fa parte di me! Io mi emoziono per le cose che spesso a molti restano indifferenti. Io posso davvero farmi venire gli occhi lucidi dalla gioia di un paesaggio, dalle foreste, dai profumi della Natura, dal senso di libertà misto a fratellanza con ciò che ci circonda… insomma ho un lato profondamente connesso alla Terra.

Un’altra cosa impressionante sono le vecchie sequoie cadute a terra! Tronchi dalla gigante circonferenza dove a volte riesci ad arrampicarti e le loro impressionanti radici. Le ragnatele incastonate da anni… e io avevo come la sensazione che da un momento all’altro, da lì o da un’incavo di una sequoia, potesse venir fuori Aragog il ragno gigante di Hagrid (chi come me è Potterhead capirà!).

Ho lasciato un pezzetto di cuore in ogni posto che mi ha emozionata e il Sequoia Natural Park è uno di questi.

Cosa inaspettata? E’ possibile avvistare Orsi bruni! Nel mio caso, mamma orsa e i suoi due cucciolotti hanno attraversato la strada a una ventina di metri da noi. Abbiamo capito che potesse esserci qualcosa perchè tutte le auto erano state fermate e un paio di Ranger e uno di loro seguiva questi tre meravigliosi orsi (per la loro e per la nostra sicurezza). Che teneri i cuccioli! E’ stato fantastico vederli! Ero fuori dall’auto, come tanta altra gente e ho tentato di scattare loro qualche foto, ma ci ho pensato tardi, quando erano quasi spariti nel bosco… *_*

TITOLO DEL BOX
Français | English | Español | Deutsch
Annunci

Una risposta a "Ad abbracciare Sequoie!"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...