California on the road: Start – Los Angeles

Ho deciso di trasferire qui vecchi articoli, del mio vecchio Blog.

Non posso di certo non partire dal “viaggio dei viaggi” divenuto realtà.

 

 

Mia zia c’era già stata… Los Angeles secondo lei è brutta… Se senti in giro altre persone ti dicono: “Per il viaggio di nozze ci hanno detto di saltarla tranquillamente…”

Se vai ad analizzare il perchè di tali affermazioni, capisci anche che chi c’è stato lo ha fatto in situazioni di stress lavorativo, chi non c’è stato ha praticamente appoggiato una causa sicuramente comune al 70% dei turisti.

E’ chiaro che noi italiani siamo abituati benissimo! Per noi le città “belle” devono avere un’architettura che spacca, una storia secolare, essere arroccate su qualche montagna o a strapiombio sul mare, spiagge curate e attrezzate… tanto per dire.

ORA: io ho visto una città diversa?!? No perchè, quello che si dice su LA non è stato riscontrato con tutta questa negatività! (Che c’entra di sicuro non è la più bella città del mondo, si estende talmente tanto in lunghezza e larghezza quasi tutta in pianura che, come dire, non risalta!).

E’ una delle poche città (Metropoli) del mondo che non ha la Skyline vicino alla costa! E questo vuol dire tanto a livello visivo, d’impatto! (Basta pensare a NY, Chicago, San Francisco etc…). Oceano, fiumi o laghi, è normale restare più incantati, specie di notte, quando tutte le luci iniziano a brillare.

Forse proprio perchè non mi aspettavo nulla da questa città, che invece sono rimasta lo stesso soddisfatta! A volte anche incantata!

In precedenza non avevo nemmeno fatto ricerche per vedere come fossero questi grattacieli (della serie: tanto non sono famosi!)… poi però andando a Downtown ho scoperto che, non saranno famosi come l’Empire State Building, ma sono talmente belli e … brillanti! (A San Francisco sono grigi, marroncini…).

Los Angeles, nome originario: El Pueblo de Nuestra Señora de los Ángeles de Porciúncula de Asís che significa “Il villaggio di Santa Maria degli Angeli della Porziuncola di Assisi“, non può non entrare subito nelle mie grazie. Io sono nata ad Assisi. La cittadina vicino alla mia si chiama Santa Maria degli Angeli … Insomma… abbiamo pure noi “Gli Angeli” a casa nostra!!! 😀

“El pueblo”, quartiere ispanico, include una strada nel centro di Los Angeles, dove nacque la città. La via principale è chiusa al traffico ed è stata trasformata in un coloratissimo mercato. Nella piazza difronte c’è una targa che ricorda i nomi delle famiglie che hanno fondato la futura metropoli. Fanno spesso serate con musica e concerti, ma ad agosto era tutto tranquillo. Lì puoi mangiare al ristorante El Paseo, altrimenti infilarti tra le bancarelle e mangiare taco a volontà risparmiando un pò, in qualche baracchino.

Bellissima la Walt Disney Concert Hall, maestoso lo Staples Center… Non ho visto lo stadio dei Dodgers, ma la MLB non m’interessa granchè.

Per spostarmi a LA ho usato l’App di Uber (un servizio su richiesta simile al Taxi ma molto meno dispendioso!). Comodissimo, ti connetti anche grazie alle numerose wi-fi free dei bar/ristoranti crei un Account e inserisci i dati della carta di credito. Richiedi UberX (tra le varie opzioni il migliore/economico/veloce, inserisci il percorso che vuoi fare “partenza ed arrivo” e fai il calcolo della tariffa. Quella è e quella rimane indipendentemente dal traffico in città e dal tempo impiegato. Addio tassametro!).

Ho usato Uber per andare e tornare dagli Universal Studios, da Downtown e dal Walk Of Fame, risultato: piena soddisfazione e zero sorprese.

Ho provato delle emozioni uniche. A me questa città ha trasmesso comunque tanto… tantissimo!

Gli Universal Studios sono stati un’esperienza sensazionale! Strameritati tutti i soldi spesi per il biglietto “Front of Line” (salta le file: da comprare sul sito ufficiale per risparmiare soldi e tempo).

A Los Angeles patria del Cinema, trovi l’eccesso è vero… si passa dal lusso più ostentato, alla povertà assoluta, ma se devo essere sincera sono rimasta colpita dalla povertà e dal numero di barboni in giro in qualsiasi città californiana. Probabilmente solo San Diego è apparsa più “equilibrata”.

Resta il fatto che LA può far sognare, quindi impossibile per me dire “brutta” o “non c’è nulla da vedere”… Errore, non ci riuscirei! Sarebbe una bugia per me.

Quando giri per Santa Monica e vedi le torrette di Baywatch, quando ammiri le ville di Beverly Hills, quando passeggi a testa basta per fotografare stelle e impronte varie dei divi storici e moderni di Hollywood… quando vedi appunto la scritta HOLLYWOOD sulla collina… vai fuori di testa!!! 😀

Se poi, passeggiando nel famoso Rodeo Dr., ti trovi davanti l’Hotel di Pretty Woman (il Beverly Wilshere) impossibile smettere di sorridere! L’emozione si fa sentire!

Per molta gente, anche per quella che apprezza il Cinema, non è comprensibile tutto questo coinvolgimento… ma io non apprezzo il Cinema… Io Lo Amo!

Questa città la rivedrei volentieri e farei con calma tutto quello che ho saltato per esigenze di tempo: Warner Bros Studios, Disneyland, Griffith Observatory, un giro in collina, lo Zoo e il giardino Botanico, Pierce Brothers Westwood Village Memorial Park, Getty Villa, Runyon Canyon Park, andrei a vedere concerti… Qualcosa d’interessante si può fare eccome!!!

A livello di clima poi è senz’altro perfetta per me! Quindi, che dire: chi vuole la boccia, io la promuovo a pieni voti!

Magari un giorno riesco a tornare!

TITOLO DEL BOX
Français | English | Español | Deutsch
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...